Richiedi un preventivo

Le Piccole Dolomiti della Valmarecchia e la Cresta dei Tausani

Escursione alla scoperta delle Dolomiti della Valmarecchia

Escursione guidata che vi porterà alla scoperta delle "Piccole Dolomiti della Valmarecchia" lungo la cresta dei Tausani.
Zona di insolita conformazione naturalistista per il nostro territorio collinare, in alcuni tratti sembrerà si essere sulle Dolomiti con scorci visivi mozzafiato.
Godremo di una particolare vista su San Leo e visiteremo il meraviglioso santuario di Sant'Igne attraversando le antiche terre Malatestiane.

Possibilità di visitare il bellissimo paese di San Leo. Il toponimo latino del luogo, Mons Feretri, viene fatto derivare secondo alcuni studiosi, da un tempio dedicato a Giove Feretrio, mentre altri ipotizzano una origine umbra a testimonianza che il masso era già frequentato in epoca preromana.

Procopio di Cesarea nella cronaca della Guerra Gotica del VI secolo, indica l'abitato di San Leo come castrum Monteferetron.
Del periodo romano rimangono sporadici reperti, riutilizzati nelle costruzioni medievali e che non danno l'idea di quale fosse la dimensione e la tipologia dell'antico insediamento. Molti storici lo identificano come un antico centro sacro fin dalle origini, anche grazie alla sua particolare conformazione morfologica.
A partire dal IX-X secolo l'abitato acquisisce il nome dall'eremita Leo (proclamato poi santo), un dalmata compagno di san Marino, mentre il toponimo rimane alla diocesi di Montefeltro (sec. IX), da allora utilizzato per indicare tutto il territorio sotto la giurisdizione del vescovo. Da allora, San Leo è stata a lungo capitale storica della "regione" del Montefeltro.
Nel primitivo abitato altomedioevale, da il 961 e il 963, fu stretto in assedio Berengario II, ultimo re del regno Longobardo d'Italia da Ottone I di Sassonia. Il centro fu dominio dei conti di Montecopiolo, dei Da Montefeltro (dall'antico nome di San Leo), dei Malatesta, dei Medici, conteso con i Della Rovere, fino al passaggio sotto lo stato pontificio nel 1631.
Fu luogo di passaggio di San Francesco nel 1213, di Dante nel 1306, prigione di Felice Orsini e di Cagliostro. Nell'Italia unita il comune di San Leo è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell'Alta Valmarecchia in attuazione dell'esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006. Contro la variazione territoriale la Regione Marche ha proposto ricorso alla Corte costituzionale, ma questa lo ha ritenuto infondato.

Durata: escursione giornaliera
Ore di cammino: 03,00h circa (soste escluse)
Lunghezza: 10 km
Dislivello (salita): 250mt. circa
Difficoltà: E* Facile

Ritrovo e partenza dall’Hotel Chris ed arrivo alla località San Leo (RN)
Tempo di percorrenza 1h - 41km

Equipaggiamento Obbligatorio:
Calzature da escursionismo con suola scolpita o scarpe da ginnastica con suola carrarmato in buono stato, pantaloni comodi, vestiario a strati, giacca a vento tipo k-way, acqua almeno 1L, felpa, zaino comodo.

------PRANZO AL SACCO-----

Equipaggiamento Consigliato:
cambio indumenti completo (da lasciare in macchina), maglietta di ricambio da portare nello zaino, macchina fotografica, generi di conforto, repellente insetti, bastoncini da trekking.

Guida GAE: Alberto Bruschi, Guida Ambientale Escursionistica (GAE), Tesserino n° 270 assicurata ed autorizzata all’esercizio della professione, in applicazione della Legge Regionale Emilia Romagna - n.4 del 1/2/2000 e successive modifiche. Associata all’AIGAE Coordinamento Emilia-Romagna.
Guida GAE: Matteo Osanna, Guida Ambientale Escursionistica (GAE), Tesserino n° 212 assicurata ed autorizzata all’esercizio della professione, in applicazione della Legge Regionale Emilia Romagna - n.4 del 1/2/2000 e successive modifiche. Associata all’AIGAE Coordinamento Emilia-Romagna.

**Difficoltà: Media. Escursione alla portata di chi è abituato al cammino o comunque abituato ad una più o meno regolare attività fisica. Percorso privo di difficolta rilevanti, per tanto non è da sottovalutare la sua lunghezza adatto a persone di una certa resistenza a cammini lunghi.

Altre info:
*Le guide si riservano di modificare il percorso qualora le condizioni meteo dei giorni precedenti o del giorno stesso possano influire sulla buona riuscita del giro e sulla
sicurezza degli accompagnati.
*Si chiede di avvertire il prima possibile in caso di rinuncia all'escursione. I partecipanti sono tenuti a seguire le direttive della Guida e dichiarano di aver preso visione e di accettare il regolamento che potete trovare sul nostro sito.

(# ) Legenda difficoltà percorsi
Tutti i percorsi sono di tipo Escursionistico e presentano difficoltà tecniche oggettive affrontabili da un escursionista medio.
Il grado di difficoltà delle escursioni è quindi relativo allo sforzo richiesto, ed aumenta con l'aumentare delle distanze chilometriche e dei dislivelli da compiere.
E* : Facile (alla portata di ogni persona in normale stato di salute, con la voglia di scoprire )
E** : Medio (per chi è abituato ad un attività fisica)
E*** : Medio/Impegnativo (è necessaria una frequentazione della montagna e la pratica di attività fisica, ma col giusto approccio i percorsi sono alla portata degli escursionisti medi che compiono abitualmente escursioni o trekking).


PROPOSTA TREKKING IN VALMARECCHIA

Per gli appassionati delle escursioni, per gli amanti della natura e per gli avventurieri, ho una buona notizia!
Dal 18 di Aprile 2019, ogni domenica ci sarà una possibile Escursione da fare.

*Ci sarà anche la possibilità di uscite infrasettimanali.

CONDIZIONI
Il minimo di persone per garantire l'escursione è di 5 partecipanti.
La quota di uscita è di 15€ a testa.
Il pranzo al sacco verrà fornito gratuitamente dall'Hotel Chris.


+39 0541 330354
HAI BISOGNO DI MAGGIORI INFORMAZIONI?
Ti basterà un click sul numero per parlare direttamente con Cristiana!